Chi siamo

 “Le Interferenze” è un’associazione culturale, apolitica e apartitica nata nel 2004 con lo scopo di:

– favorire, diffondere e promuovere attività socio culturali, scientifiche e ricreative rivolte allo sviluppo della comunità.

– promuovere un progetto permanente di recupero, rivitalizzazione e risistemazione organica delle culture “altre”, quali ogni Stato, Regione o Città sono stati capaci di esprimere dalla loro nascita ad oggi.

– favorire, diffondere e promuovere l’interscambio delle culture regionali e nazionali, da e verso tutti i paesi, europei e non, confrontando, ripercorrendo e riscoprendo il percorso sociale ed artistico di ogni entità geo-politica, con particolare attenzione a quelle che si riconoscono nella Comunità Europea.

– costituire una sorta di federazione del pensiero che riconosca come unica fonte di ispirazione la creatività, promuovendo un progetto pluritematico e polisemico in cui tutte le arti (pittura, scultura, architettura, poesia, prosa, scenografia, fotografia, video arte, cinema, teatro, televisione, musica, moda, etc.) possano costituire un momento di scambio, di coesione e una concreta opportunità di costruzione di un percorso personale artistico e professionale.

Nel 2011 inizia la progettazione dell’evento Feste Archimedee quale contenitore culturale dedicato al mondo giovanile, capace di coniugare l’originalità e l’interesse per le questioni scientifiche alla creatività e all’espressione artistica in un’ottica olistica che consideri scienza, arte e cultura un tutt’uno con la formazione integrale dell’individuo. La manifestazione punta sul talento e genio giovanile con l’obiettivo di dare ai giovani fino a ventisei anni, soprattutto provenienti da gruppi sociali svantaggiati, l’opportunità di scoprire e valorizzare i propri talenti, accrescere l’autostima e proiettarsi nel mondo del lavoro. La manifestazione è oggi giunta alla nona edizione e registra ogni anno oltre 50.000 mila presenze.

Parallelamente all’evento Feste Archimedee l’associazione ha istituito un Gruppo di Ricerca Permanente per lo studio dell’infanzia e degli adolescenti, fulcro scientifico del Progetto e di un congresso di pediatria e neuropsichiatria infantile che sviluppa le interconnessioni tra medicina e arte.

Dal 2014 al 2016 è stata Partner del Festival della crescita, un evento ideato e organizzato da Future Concept Lab, un istituto di ricerca, consulenza e formazione per l’innovazione con sede a Milano.

Il festival della crescita è un progetto che si pone l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo, siano essi cittadini o istituzioni, imprese o creativi, studenti o professionisti. Seminando educazione e raccogliendo innovazione, per una crescita felice e possibile del “Sistema Italia”.

Nel 2016 il Festival della Crescita ha disegnato una “mappa” della crescita, con una presenza attiva e articolata sul territorio italiano, realizzando edizioni speciali in 11 città, per delle vere e proprie occasioni di scambio e rilancio progettuale.

Nel 2017 l’Associazione è stata promotrice della “Carta di Siracusa”, una sorta di confederazione di festival culturali nazionali in rete: Siracusa, Roma, Milano, Civita di Bagnoregio, Siena, Modena sono le città che hanno aderito al Progetto.

Nel 2018, avendo acquisito negli anni una solida esperienza in merito alle problematiche del mondo giovane, l’Associazione ha iniziato a lavorare allo sviluppo di un progetto di inclusione sociale che miri non soltanto all’assistenza medica, psicologica e sociale di giovani detenuti, ma anche e soprattutto alla promozione di attività artistiche, educative e formative per motivare e aiutare i detenuti nell’acquisizione di competenze atte a facilitare il loro reingresso nel mondo. L’intercambiabilità delle metodologie educative in Europa genera strumenti più forti per motivare i prigionieri nel loro cammino per cambiare la loro vita e i loro comportamenti.

Nel 2019, in linea con la sua mission, ha organizzato a Siracusa in collaborazione con il CNIS (Centro Nazionale Insegnanti Specializzati) un percorso formativo rivolto a insegnanti, psicologi, pediatri e genitori con lo scopo di garantire la terza missione, cioè la ricaduta della ricerca scientifica in buone pratiche cliniche ed educative di prevenzione dei disturbi del neurosviluppo che si traduce in prevenzione e promozione del ben-essere in campo educativo e scolastico con particolare attenzione alle qualità individuali soprattutto nelle situazioni di maggiore vulnerabilità educativa.

La direzione scientifica del convegno è stata curata dal Prof. Ernesto Burgio (ECERI-Bruxelles); dal Dott. Fulvio Giardina (Presidente CNOP, Siracusa); dal Dott. Carlo Gilistro (Pediatra, Siracusa); dalla Prof.ssa Daniela Lucangeli (Pro-Rettore UNIPD, Padova).

A conclusione delle attività formative, è stata presentanta la performance teatrale “Pinocchio al tempo di Whatsapp”, testi di Ernesto Burgio, regia di Carlo Gilistro.

Punto di forza dell’Associazione è credere fortemente nell’innovazione, nell’esperienza della multiculturalità e nello scambio di migliori pratiche.

L’Associazione, sin dall’inizio delle sue attività, si è distinta per affidabilità, competenza e serietà, è stata capace di conquistare anno dopo anno la fiducia e la stima degli sponsor e il sostegno degli enti locali, riuscendo a sviluppare un sistema di interscambi e di reti con gli operatori culturali e turistici del territorio nazionale.